Empowerment dei piccoli contadini Birmani

Sviluppo rurale e agroindustriale sostenibile, quali strumenti di pace e democrazia

QR Code

Dopo 60 anni di dittatura in Birmania è necessario ricostruire condizioni di lavoro in cui i diritti delle persone siano rispettati, all'interno di programmi di agricoltura sostenibile e organica, che curi la terra e le comunità. Con questa convinzione Italia-Birmania.Insieme propone a Cascina Triulza, Padiglione della Società Civile di Expo2015 "Empowerment dei piccoli contadini birmani". Il progetto è realizzato in collaborazione con la Federazione dei Lavoratori della terra birmani AFFM (Agriculture, Farmers Federation Myanmar) che organizza 27.000 piccoli contadini, lavoratrici e lavoratori senza terra in Birmania.

Nel paese l’agricoltura rappresenta il 43% del PIL e circa il 70% della forza lavoro totale. Grazie al clima e alla diversificazione delle risorse naturali, il settore ha grandi potenzialità di crescita. Nonostante ciò le condizioni di vita e lavoro restano pesanti a causa della povertà, dell’assenza di infrastrutture di base e di conoscenze tecniche.

Anche per superare questi problemi, una delegazione di rappresentanti di contadini birmani sarà a Milano per una serie d’incontri utili a valutare programmi, collaborazioni tecniche e investimenti per promuovere sicurezza alimentare e sviluppo agroindustriale basato sulla concorrenza leale e responsabile.

Gli Incontri culmineranno nel seminario:“Empowerment dei piccoli contadini birmani: sviluppo rurale e agroindustriale sostenibile, quali strumenti di pace e democrazia”, appuntamento chiave del progetto, in calendario per il 29 maggio presso il Padiglione della Società Civile di Expo2015 con lo scopo di promuovere lo scambio di conoscenze tra la delegazione dei contadini birmani e gli attori presenti all’evento per favorire lavoro dignitoso e sviluppo inclusivo e agricoltura sostenibile.

Il progetto è realizzato in collaborazione con Link Campus University, SudgestAid, Osservatorio Asia, Nuovi Lavori, Kapusons.

Documenti allegati

Organizzazione

Italia Birmania. Insieme

Associazione no profit che mira alla promozione del lavoro dignitoso e alla creazione di scambi culturali tra l'Italia e la Birmania; a promuovere ed effettuare in modo congiunto con i soggetti e le forze politiche e sociali dei due paesi, studi, ricerche, seminari e progetti sui temi dello sviluppo economico, politico e culturale, della governance, di istituzioni efficienti, della inclusione e della giustizia sociale, della società. L'associazione collabora  alla promozione di scambi tra università e studenti allo scopo di favorire la conoscenza e gli scambi nelle discipline storiche, politiche, economiche e sociali. Italia-Birmania inoltre si impegna a sostenere con iniziative formative il dialogo sociale, la attuazione degli strumenti internazionali ONU, ILO, OCSE per la realizzazione di investimenti responsabili, la trasparenza, la lotta alla corruzione e a valorizzare le specificità e diversità culturali presenti nei diversi Stati Etnici birmani.  L'associazione infine è attiva anche nella stipula di contratti e convenzioni con enti pubblici o privati.

Partners