Cooperazione Internazionale DGCS-Ministero Affari Esteri

experiences and challenges for the Post 2015 Development Agenda

QR Code
Cooperazione Italiana

La Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) partecipa al Padiglione della Società Civile con quattro eventi incentrati sulle attività della Cooperazione italiana.

  • Col primo evento s’intende approfondire l’interazione dei fattori che influenzano il mutamento dell’agrobiodiversità nel mondo.
  • Il secondo evento, diretto a un pubblico di specialisti, mira ad approfondire l’importanza di un uso sostenibile delle risorse idriche e dell’energia per uno sviluppo agricolo sostenibile, con un’attenzione particolare al migliore accesso a forme moderne di energia per le popolazioni di paesi meno sviluppati.
  • Gli ultimi due eventi saranno sul tema dell'empowerment delle donne nello sviluppo rurale e nella sicurezza alimentare. L’obiettivo del programma, che prevede due eventi distinti, è fornire contributi per la definizione degli indicatori sulla sicurezza alimentare dell’Agenda Post 2015 dando voce alle esperienze delle donne rurali dell’Africa Sub-sahariana, anche in sintonia con la Carta WE-EXPO.

Organizzazione

Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI)

La Cooperazione allo sviluppo mira a garantire il rispetto della dignità umana e assicurare la crescita di tutti i popoli. La Cooperazione italiana nasce negli anni Cinquanta con una serie di interventi di assistenza messi in atto in Paesi legati all'Italia da precedenti vincoli storici. Successivamente l'Italia ha avviato un'attività di cooperazione più sistematica intesa a contribuire agli sforzi internazionali per alleviare la povertà nel mondo e aiutare i Paesi in via di sviluppo (Pvs) a rafforzare le rispettive istituzioni. Di recente le nuove emergenze umanitarie hanno conferito alla cooperazione un ruolo sempre più rilevante nelle scelte di politica estera italiana, in armonia con gli interventi per il mantenimento della pace e la gestione dei flussi migratori.