2 Maggio Mag 2015 0903 5 years ago

Da Cascina Triulza un modello di sostenibilità differente

Vandana Shiva ha presentato Terra Viva, il documento su una nuova economia solidale

QR Code

Il Padiglione della Società Civile di Expo Milano 2015 ha voluto aprire il suo programma culturale con un evento particolarmente significativo, cui hanno preso parte Vandana Shiva, presidente di Navdanya International, Don Luigi Ciotti, Presidente di Libera, Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali con delega a Expo Milano 2015, Ugo Biggeri, Presidente di Banca Etica ed Etica Sgr, Sabina Siniscalchi, Vicepresidente Vicario Fondazione Triulza.

"Un'ecomomia senza la regolamentazione dell'etica è un'economia che funziona come la mafia", è stata una delle frasi forti di Vandana, che ha ammonito anche sui giovani: "I giovani non sono spazzatura, ma essi stanno cercando di costruirsi un futuro dai nostri rifiuti. Se lasciamo da parte l'economia reale che risponde ai bisogni della gente ne rimane sono un'altra, l'economia della violenza".

"La speranza ha bisogno di ognuno di noi, - ha spiegato don Ciotti ad un attentissimo auditorium - l'austerità non deve portare la politica a tagliare il welfare. All'indignazione si risponde dando dignità alla democrazia, al lavoro, alla terra".

"Expo deve essere una piazza e non una gara di bellezza tra padiglioni - ha detto Ugo Biggeri, presidente di Banca Etica - dietro la finanza etica c'è una certa visione del mondo e dobbiamo essere consapevoli di cosa finanziano i nostri soldi".

"Expo - ha auspicato il ministro dell'Agricoltura, Maurizio Martina- sia aperto al dialogo, con spazio anche al dissenso costruttivo".

"Da Cascina Triulza si avvia un percorso comune per costuire un modello di sostenibilità differente", ha annunciato Sabina Siniscalchi, vicepresidente vicario di Fondazione Triulza.

“Terra Viva” è un documento di analisi e di denuncia, ma soprattutto di proposta su come superare il paradigma dell’economia lineare estrattiva in favore di quella circolare rigenerativa, per guidare non solo la gestione dell’ambiente e dell’agricoltura, ma tutte le scelte economiche e sociali. Il manifesto Terra Viva è frutto del lavoro e dell’elaborazione – guidata dall’ambientalista Vandana Shiva – di un panel di ricercatori ed esperti provenienti da tutto il mondo, fra i quali Luc Gnacadja, ex segretario della Convenzione Onu di lotta alla desertificazione; Andrea Baranes, economista; Nnimmo Bassey, premio Nobel alternativo.

Per maggiori informazioni potete visitare l’area stampa del sito:

http://cascina.fondazionetriulza.org/it/press-release/