Expo 2015 Italia Rho Rho Fiera Milano
1 Luglio Lug 2015 2030 3 years ago 1 Luglio Lug 2015 2200 3 years ago
Auditorium

Il pranzo di Babette - Lella Costa

Per il progetto "We Women for Expo" l'Ambassador Expo2015 presenta un reading del romanzo di Karen Blixen

Format

Performance
QR Code
Lella Costa

Una riflessione sulla necessità della condivisione. Una testimonianza del fatto che felicità e benessere non sono possibili se non sono collettivi. Lella Costa, una delle artiste più colte e sensibili del teatro italiano, incontra uno dei racconti più emblematici della scrittrice danese Karen Blixen, quel Pranzo di Babette divenuto famoso grazie al celebre film diretto da Gabriel Axel del 1987.

E' la storia, come si sa, di un dono: Babette, cuoca francese riparatasi in un paesino della Danimarca per fuggire alla Comune di Parigi, decide di impiegare i diecimila franchi d’oro vinti a una lotteria, in un pranzo succulento per soli dodici invitati. Spiega Lella Costa: “Babette è grata per essere stata accolta. Non vuole insegnare a vivere, vuole solo ringraziare. O meglio vuole essere al servizio degli altri come scelta consapevole”.

Ambassador per Expo Milano 2015 e portavoce di WE-Women for Expo, Lella Costa offre uno sguardo al femminile sulla nutrizione, il cibo e le relazioni con il Pianeta. Nel suo lavoro di attrice e comunicatrice con grazia e ironia ha sensibilizzato uomini e donne rispetto alla figura femminile nel mondo contemporaneo. Nell’intervista rilasciata a ExpoNet dichiarato: “Credo che il punto di vista femminile e i talenti femminili siano il contributo indispensabile di cui non soltanto Expo Milano 2015, ma in generale il Pianeta non può fare a meno in questo momento”.

Lo spettacolo sarà aperto a tutti i visitatori di Expo Milano 2015 fino ad esaurimento posti.

All'interno delle Women's Weeks di Women for Expo, progetto di Expo Milano 2015 in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, della Cooperazione Internazionale e con Fondazione Arnoldo e Alberto  Mondadori.

Target

Tutti

Argomenti

Arte e cultura
Alimentazione
Donne