Expo 2015 Italia Rho Rho Fiera Milano
6 Agosto Ago 2015 2000 4 years ago 6 Agosto Ago 2015 2200 4 years ago
Palco

Dissonanze in accordo

Un racconto in musica e voci del superamento del conflitto

Format

Performance
QR Code
Plef 6 Agosto

“Dissonanze in accordo” è un racconto che vuole accompagnare tutti noi verso il superamento del conflitto, guidarci dalla consapevolezza della guerra e alla sua soluzione verso la pace.

Le testimonianze “vere” degli studenti di Rondine Cittadella della Pace narrano di vicende vissute in prima persona, storie di odio che si tramanda di generazione in generazione; spiegano come un “presunto nemico” si possa trasformare in una persona come loro, abbattendo quelle categorie culturali, che costringono molti come dentro ad una prigione.

Una storia si ripete nel corso dei secoli: queste testimonianze, infatti, anche se molto vicine nel tempo, ci riportano attraverso il ricordo, ai giorni del primo conflitto mondiale e poi al secondo allargandosi poi a tutti i luoghi di conflitto del pianeta, dal microcosmo della famiglia, fino alla dimensione più ampia del “popolo contro popolo”. L’intensità del loro racconto sarà sottolineata dall'incontro con la musica grazie all’Ensemble Rondine. Parole e musica dialogano tra loro, si fondono in un'unica voce, le dissonanze lentamente si accordano, per comunicare un messaggio nuovo.

All'evento parteciperanno ragazzi da: Palestina,Sudan, Israele, USA, Daghestan, Georgia, Abcasia,Cecenia, Kosovo, Serbia, Azerbaijan, Armenia, Russia, Bosnia.

 

Programma

Interventi di:

Bruno Pasquino, Commissario generale EXPO Milano 2015

Sergio Silvotti, Presidente Fondazione Triulza

Alessandro Curti, AD Curti socio PLEF e sponsor “Il Senso Ritrovato”

Franco Vaccari, Presidente Rondine

 

Esecuzioni orchestrali: Ensamble Rondine

Testimonianze: Nadia, Russia e Ibrahim, Sudan

 

Chi è Rondine

L’associazione Rondine Cittadella della Pace Onlus dal 1997 lavora per la risoluzione del conflitto e svolge un ruolo attivo nella promozione della cultura del dialogo e della pace, tramite l’esperienza concreta dello Studentato Internazionale nel borgo di Rondine, a pochi chilometri da Arezzo. Qui, ogni giorno, giovani provenienti da Paesi attualmente in guerra o con situazioni di conflitto, vivono e studiano insieme e nella quotidianità, imparano a scoprire la persona al di là del “nemico”. I giovani studenti di Rondine arrivano da tutto il mondo: Israele, Palestina Libano, Kosovo, Serbia, Bosnia-Erzegovina, Russia, Abkhazia, Georgia, Azerbaijan, Armenia, Sierra Leone, Sudan, India, Pakistan… Una volta terminato il corso di laurea o il master e il loro percorso formativo a Rondine, sono pronti per tornare a casa e iniziare a progettare, insieme, un futuro di pace per i loro Paesi.

Target

Tutti

Argomenti

Giovani
Formazione
Educazione
Comunità
Territori
Sostenibilità
Popoli

Documenti allegati