Expo 2015 Italia Rho Rho Fiera Milano
3 Giugno Giu 2015 1400 4 years ago 3 Giugno Giu 2015 1800 4 years ago
Sala Workshop 50

Carta Universale dei Diritti della Terra Coltivata

Un documento in grado di tenere conto delle diversità implicite nei territori coltivati senza tuttavia tradire la salvaguardia necessaria dei quattro pilastri culturali: dignità, integrità, naturalità e fertilità della Terra coltivata.

QR Code
Socialing

I Diritti della Terra Coltivata diventano i Doveri dei Coltivatori, che devono farne il loro punto costante di riferimento e  metterli in pratica. Parallelamente, i consumatori dei prodotti agro-alimentari devono assumere comportamenti economici più responsabili, adeguando i loro stili alimentari e modelli di vita verso una prospettiva sempre più eco-orientata. Dopo Milano Expo 2015 il dialogo e il confronto a livello internazionale con le istituzioni e il mondo intellettuale indicheranno, step by step, verranno evidenziati quali comportamenti agricoli e alimentari dovranno assumere un valore assoluto.

La proposta della Carta si basa sui quattro pilastri etici e culturali appena enunciati che sono parte integrante del documento e dello spirito che lo anima.

Questi i temi sui quali si svilupperà il dibattito:

  • Perché nasce la Carta? Le motivazioni etiche che la animano
  • Presentazione della Carta, un documento in grado di tenere conto delle diversità implicite nei territori coltivati, senza tuttavia tradire la salvaguardia necessaria dei quattro pilastri culturali: dignità, integrità, naturalità e fertilità della Terra coltivata.
  • I doveri pratici dei Coltivatori, che devono applicarla. 
  • I comportamenti dei consumatori dei prodotti agro-alimentari: più responsabili. 
  • Dialogo e confronto a livello internazionale con le istituzioni e il mondo professionale. 
  • La Carta come integrazione alla Carta di Milano.

Programma:

     Parte Prima

14.00 – 14.10 Introduzione dei lavori

Andrea Farinet, Presidente Socialing Institute - Liuc Università Cattaneo e coautore della Carta

14.10 – 14.30 Evoluzione sociale e sostenibilità: il futuro non è più quello di una volta.

Remo Lucchi, Presidente onorario GFK Eurisko.

14.30 – 14.50 Una prospettiva storica e giuridica nei rapporti tra uomo e terra.

Waldemaro Flick, giurista ed avvocato – Fondazione Courmayeur

14.50 – 15.00 Lettura dei 16 articoli della Carta Universale dei Diritti della Terra Coltivata.

A cura del Socialing Institute..

15.00 – 15.20 Ogni prassi non può prescindere da un approccio culturale e questo da quello scientifico

Edorado Boncinelli, genetista, docente Università Vita-Salute.

15.20 – 15.40 Rimarginare l’Himalaya: progetto di ricostruzione delle comunità nepalesi e delle terre estreme coltivate.

Dipak Pant, antropologo, Liuc Università Cattaneo.

15.40 – 16.00 La Terra coltivata come nutrimento dell’anima.

Lama Ganchen Rimpoche, Albagnano Healing Meditation Center.

16.00 – 16.20 Dibattito con i partecipanti e intervallo

 

     Parte seconda

16.20 – 16.40 Il ruolo della comunicazione nella tutela della terra coltivata.

Giancarlo Roversi, scrittore, saggista e giornalista , coautore della Carta, dialoga con

Ada Lucia De Cesaris, Vice-Sindaco di Milano e assessore per le attività agricolesul tema "Il ruolo delle istituzioni locali per la tutela dell’ambiente e della terra coltivata"

16.40 – 17.00 Il possibile percorso giuridico della Carta dei Diritti della Terra Coltivata.

Livia Pomodoro, giurista, Presidente di Milan Center for Food Law and Policy.

17.00 – 17.20 I coltivatori italiani tra tradizione ed innovazione: quali possibili comportamenti?

Ettore Prandini, Presidente Coldiretti Lombardia.

17.20 – 17.40 Il significato spirituale della Carta Universale dei Diritti della Terra Coltivata.

Franco Tibaldi, Docente di Teologia fondamentale, presso ISSR della Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna;

17.40 – 18.00 Il significato culturale del rapporto tra Carta dei Diritti della Terra Coltivata e Carta di Milano.

Paolo Petracca, Vice-presidente della Fondazione Triulza.

18.00              Conclusione dei lavori

Target

Scuole superiori
Famiglie
Bambini
Giovani
Istituzioni
Imprese
Operatori
Cooperative

Argomenti

Alimentazione
Ambiente
Arte e cultura
Agricoltura
Bene comune
Cooperazione Internazionale
Commercio equo e solidale
Comunità
Educazione
Formazione
Giovani
Innovazione
Impresa sociale
Lotta allo spreco
Sostenibilità
Salute e benessere
Territori