29 Settembre Set 2015 2255 2 years ago

Città abilitanti e finanza

Le condizioni per favorire lo sviluppo della comunità e dell’imprenditoria sociale

QR Code
Plef 5 Ottobre (3)

La crisi economica globale ha presentato una sfida ancora maggiore al nostro modo di affrontare i bisogni umani più basilari, indebolendo fortemente le condizioni sociali di larghe fasce di popolazione. Questa situazione è aggravata ulteriormente dalla diminuzione drastica della spesa pubblica nei sistemi di welfare, portando così il business e l’innovazione sociale ad essere visti come un’opportunità per affrontare questioni comunitarie. I nuovi modelli di sharing economy (produzione, consumo, governance, conoscenza e finanza) offrono uno spaccato sempre più ampio di pratiche di coinvolgimento tra pari. La finanza e il ruolo che può giocare sia in modo tradizionale che tramite strumenti innovativi verrà messo a confronto con le condizioni di sistema che creano il “mercato” per tali prodotti, con un’attenzione speciale rivolta alle città e città metropolitane.

Agenzia LAMA e lo Yunus Social Business Centre University of Florence condurranno una riflessione, il 5 ottobre 2015 dalle 14:30 alle 18 nell'Auditorium di Cascina Triulza, su come creare un eco-sistema facilitante che accompagni le comunità nella generazione di soluzioni ai problemi.

Enrico Testi, Yunus Social Business Centre University of Florence, presenterà i risultati preliminari del progetto europeo EFESEIIS - Enabling the flourishing and evolution of social entrepreneurship for innovative and inclusive societies, che mira a produrre una nuova conoscenza per tutte le organizzazioni e istituzioni europee che sono coinvolte o vogliono essere coinvolte in un’economia sociale e solidale. Testi presenterà poi anche il Social Business City Program (SBCP), che si basa sulle teorie più aggiornate sullo sviluppo locale, imprenditorialità sociale, l’innovazione sociale e la valutazione d’impatto, con l’obiettivo di creare un eco-sistema facilitante a livello locale rimuovendo gli ostacoli alla generazione, all’attuazione e allo sviluppo delle idee, basandosi su un approccio partecipativo che coinvolge gli attori locali.

La tavola rotonda vedrà un confronto fra i diversi esponenti di social business e sharing economy, come Lorenzo Allevi di Oltre Venture, Marco Nannini di Impact Hub Milano, Andrea Capaldi di Mare Milano, e il consigliere comunale di Milano Filippo Barberis, responsabile di Milano – città metropolitana, oltre a Enrico Testi.

L’incontro sarà introdotto da ZeroCento, cooperativa sociale faentina attiva su diversi fronti e sponsor del progetto “Il Senso Ritrovato” insieme ad altre 4 imprese del territorio romagnole, CURTI, STAFER, VIAGGI ERBACCI e MPR. La giornata è l’11esimo e penultimo appuntamento del ciclo di eventi condotto da PLEF nell’ambito del programma culturale portato in Cascina Triulza per EXPO Milano 2015.

Sponsor dell’intera iniziativa “Il Senso Ritrovato” sono cinque imprese romagnole, socie della Fondazione (Curti, Stafer, Gruppo Erbacci, Mpr e la cooperativa Zerocento), le cui realtà sono in esposizione allo stand, che, con il simbolo del gomitolo hanno voluto rappresentare quel “Senso Ritrovato”, che le unisce nell’intreccio delle loro storie, generate e rispettose dei valori antichi della terra di Romagna, da cui discende una visione di impresa sostenibile, basata sull’importanza del territorio nel quale si lavora, in termini di buone relazioni con tutti i soggetti appartenenti e di rispetto dell’ambiente, al fine di creare benessere condiviso.

Per informazioni e aggiornamenti sul programma: www.ilsensoritrovato.com | www.plef.org

Documenti allegati